Azoospermia: è possibile avere figli?

 

L’azoospermia è un’alterazione della qualità del seme che si caratterizza per l’assenza totale di spermatozoi nell’eiaculazione.

Anche se si tratta di una delle cause di infertilita più estreme, la riproduzione assistita offre la possibilità di potere avere ugualmente dei figli.

In questo blog ti raccontiamo le tipologie di azoospermia che esistono e il trattamento da seguire per poter avere dei figli.

 

Come avviene diagnosticata l’azoospermia?

L’ azoospermia non causa sintomi evidenti come il dolore o il disagio giorno per giorno.

Per questo motivo, l’unica maniera sicura per diagnosticarla è realizzare uno studio completo su un campione di sperma, cioè uno spermiogramma.

Si stima che il 50% dei casi di infertilità è dovuto a qualche alterazione dello sperma, per questo è consigliato effettuare un’analisi del liquido seminale se si cerca una gravidanza da tempo e senza alcun esito positivo.

Il campione deve essere ottenuto attraverso la masturbazione con un’astinenza sessuale dai 3 ai 5 giorni e deve essere raccolto in un contenitore sterilizzato.

Dal momento in cui si ottiene il seme fino al suo studio non deve passare più di un’ora.

Bisogna informare lo staff medico se si ha assunto un medicinale recentemente, perché se fosse si vedrebbero alterati i valori.

Una volta ottenuto il campione, lo specialista lo analizza al microscopio per contare i numeri di spermatozoo esistenti, se non ce n’è sono e il risultato è uguale a zero, si diagnosticherà l’azoospermia.

 

Tipologie e cause dell’azoospermia

Ci sono due tipologie principali di azoospermia:

1) azoospermia ostruttiva: sembra quando l’assenza di spermatozoi è associata ad un problema del condotto seminale.

Questo significa che il testicolo che produce gli spermatozoi non è alterato, però esiste un’interruzione nel condotto che impedisce agli spermatozoi di eiaculare.

2) azoospermia secretoria o no ostruita: avviene quando i testicoli non stanno producendo spermatozoi. Questo può essere dovuto da alterazioni ormonali, traumi, alterazioni genetiche…

 

Trattamento dell’azoospermia. E’ possibile avere dei figli?

Se la azoospermia ha un carattere ostruttivo che può essere sia per ostruzione del condotto seminale o per assenza del condotto seminale, il trattamento per poter avere figli consiste nel realizzare una Fecondazione in vitro alla donna, cioè fecondare gli ovuli con gli spermatozoi ottenuti tramite una biopsia testicolare. Senza un trattamento di riproduzione assistita, questi pazienti non otterranno una gravidanza; poiché nell’eiaculazione non ci sono spermatozoi, la gravidanza in maniera naturale non sarebbe possibile.

Se la azoospermia è di carattere secretorio bisogna investigare la causa per la quale non si stanno producendo spermatozoi nei testicoli. Se la causa fosse ormonale, in alcune occasioni amministrando ormoni esterni, si potrebbe attivare di nuovo la sua produzione. In molti casi di azoospermia secretoria una volta confermato che nel testicolo non ci sono problemi di riproduzione di spermatozoi sarà necessario ricorrere ad una donazione di seme per conseguire una gravidanza.

In alcuni casi, l’azoospermia può anche essere dovuta all’assunzione di alcuni farmaci.

Interrompendo la somministrazione dei medicinali e aspettando un certo periodo di tempo è possibile il recupero della produzione di spermatozoi. In ogni caso, lo staff medico deve valutare le cause e il trattamento adeguato in ogni situazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *