Quali farmaci possono essere assunti durante la gravidanza?

Medicinali che si possono prendere durante la gravidanza e quelli da evitare

Ci sono medicinali che sono proibiti in gravidanza?

 Quando si affronta questo problema, è importante sottolineare che la gravidanza è uno stadio in cui si verificano un gran numero di cambiamenti fisiologici nelle donne. Durante questo stato, qualsiasi infezione, patologia o farmaco può influenzare sia il feto che la madre.

Per questo motivo, L’organizzazione Mondiale della Sanità  sconsiglia l’uso di medicinali in gravidanza. Questi farmaci, a seconda della controidicazione, sono suddivisi in categoria:

– Categoria A: alcuni studi i non hanno mostrato rischi in gravidanza e la possibilità che il feto soffra di teratogenesi è remota. All’interno di questa categoria ci sono: alcune vitamine, acido folico, acido ascorbico, ferro, calcio, potassio e levotiroxina nelle dosi prescritte dal medico.

– Categoria B: farmaci in cui non sono stati registrati rischi umani, in modo che il loro uso sia accettato durante la gravidanza. Qui ci sono farmaci come acetaminofenolo, aspartato, corticosteroidi, insulina, amoxicillina, acido clavulanico, amoxicillina, azitromicina, ranitidina e ibuprofeno.  Di quest’ultimo, si raccomanda di evitare il suo consumo dopo la 32a settimana di gestazione.

– Categoria C: Non è possibile escludere rischi durante la gravidanza, pertanto il suo uso dovrebbe essere valutato da un medico, analizzando attentamente i rischi ei benefici di ogni singolo caso.

Solitamente nell’etichettatura di questi farmaci i rischi sono gli avvertimenti. Alcuni dei più comuni sono: proclorperazina, amikacina, atenololo, beclometasone, betametasone, carbamazepina, codeina, clonazepam, fluconazolo, ketorolac, desametasone, immunoglobulina anti-RH (D) e ciproflozacina.

Gli studi condotti su donne in gravidanza hanno mostrato il rischio di effetti avversi come le malformazioni fetali, motivo per cui sono considerati farmaci ad alto rischio. Dovrebbero essere usati solo nei casi in cui non ci sono altre alternative.

Alcuni dei più comuni sono i trattamenti per l’asma, l’epilessia o rilassanti muscolari come: acenocumarolo, acido acetilsalicilico, diazepam, acido valproico, litio, fenitoina, bleomicina o metotrexato .

– Categoria X: Farmaci totalmente controindicati durante la gravidanza. Il suo uso richiede misure contraccettive. Alcuni esempi sono farmaci come: isotretinoina accutane, misoprostolo, talidomide, raloxifene, simvastatina o nandrolone.

Per togliere  dubbi  sull’uso dei farmaci in gravidanza, la nostra raccomandazione è di consultare sempre con un medico, per valutare le esigenze e la compatibilità del farmaco con la sua gravidanza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *