Barcellona, Capitale europea della donazione di ovuli

Secondo il registro ufficiale della ESHRE (European Society of Human Reproduction and Embryology) nel 2009 in Europa sono stati eseguiti 21.604 cicli di donazione di ovuli. Durante lo stesso anno in Spagna, secondo il registro della SEF (Sociedad Española de Fertilidad), di cicli di donazione di ovuli ne sono stati eseguiti 10.985. Se ci atteniamo al registro FIV-CAT della Generalitat de Catalunya (il governo catalano) nel 2009 a Barcellona sono stati realizzati quasi 8.000 cicli di donazione di ovuli. Ciò significa che 1 ogni 3 cicli di donazione di ovuli è stato realizzato a Barcellona. In totale un numero superiore a tutte le donazioni di ovuli effettuate nel Regno Unito, cosa che rende Barcellona senza dubbio la capitale europea della donazione di ovuli.
Qual è la ragione? Esistono diversi fattori che constribuiscono ad avere tali risultati.

La disponibilità di donatrici di ovuli. Nel nostro paese esiste la cultura della donazione. Durante gli ultimi anni, e nonostante la crisi, il numero di trapianti e donazioni di organi ha mantenuto il nostro paese al nº 1 di questo onorevole elenco. Leader mundial, che non è poco! E in qualche modo ciò si trasmette alla donazione di ovuli, cosa che notiamo nel profilo delle nostre donatrici. Mentre nei paesi dell’Est il motivo è principalmente economico (le compensazioni economiche che le donatrici ricevono superano di molto lo stipendio medio di un lavoratore compatriota) in Spagna la solidariedad svolge un ruolo fondamentale. Dalle inchieste realizzate a 200 delle nostre donatrici di ovuli il 44% dichiara che l’unico motivo per il quale dona è la solidarietà mentre il 30% afferma di avere interessi economici e solidari nella stessa proporzione.

Allo stesso modo l’anonimato gioca un ruolo importante nel numero di donatrici di ovuli. Nei paesi in cui l’anonimato fu abolito (come nel 2005 nel Regno Unito) il numero di donatrici di ovuli disponibili si ridusse drasticamente. Infine non bisogna dimenticare il carattere catalano, più aperto e progressista, che predispone a questo altruismo e ad accettare altri trattamenti senza pregiudizi con più facilità rispetto ad altre regioni della Spagna.

Scienza e tecnologia. Senza dubbio il fattore più importante insieme alla disponibilità delle donatrici. Barcellona è stata una città pioniere tanto nella fecondazione in vitro quanto nella donazione di ovuli e questo bagaglio si riflette sia sulla qualità dei centri di riproduzione assistita che nei loro risultati, grazie alle ultime tecnologie, protocolli e prove diagnostiche.

FIV-CAT. Il registro FIV-CAT della Generalitat è un registro obbligatorio per qualsiasi centro, pubblico o privato, che voglia realizzare donazioni di ovuli o qualsiasi altro trattamento di riproduzione assistita in Catalogna. In questo modo è possibile offrire un ambiente regolamentato dalle autorità sanitarie che non esiste in nessun’altra regione spagnola. Questo contesto dà una garanzia ai pazienti che vengono da altri paesi dove esistono registri nazionali seri e diventa fonte di affidabilità e serietà per le cliniche di riproduzione assistita a Barcellona.
Comunicazione e ambiente. Barcellona è una città cosmopolita collegata con voli frequenti alle principali città europee. Ciò facilita a quei pazienti che vogliono minimizzare il loro soggiorno nella nostra città per ridurre l’impatto di un trattamento all’estero nella loro vita quotidiana. Questa è una cosa facile da realizzare soprattutto durante un trattamento di donazione di ovuli dato che una paziente ha bisogno solamente di un soggiorno di due notti. D’altra parte, coloro che desiderano approfittare il viaggio per godersi la città hanno a loro disposizione un’ampia offerta a prezzi accessibili e di qualità con la quale animare le ore libere tra controlli e trattamenti.

Sarà per ciascuno di questi fattori in modo indipendente; sarà per la combinazione degli stessi in diverse proporzioni e in funzione dei gusti dei pazienti ma la verità è che Barcellona è un marchio di qualità nel campo della donazione di ovuli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *