Fibromi e fertilità: possono creare delle difficoltà per rimanere incinta?

L’apparizione di fibromi uterini è abbastanza frequente. Si calcola che dalle due alle quattro donne su dieci sviluppano qualche tipo di fibroma alcune volte durante il corso della loro vita, specialmente a partire dai 30 anni e con più frequenza durante i 40.

I fibromi sono tumori benigni formati da tessuto muscolare e possono manifestarsi uno alla volta oppure molti allo stesso tempo. Tanto i sintomi come il loro trattamento dipendono dalla loro dimensione e posizione. Pertanto, mentre in alcuni casi non sarà necessaria la rimozione, in altri sarà consigliato di toglierli con un intervento chirurgico per eliminare i sintomi e permettere la gravidanza.

Tipi di fibromi

Esistono tre tipi di fibromi:

Fibromi sottosierosi: localizzati fuori dall’utero e non influiscono in assoluto sulla fertilità;

Fibromi intramurali: localizzati dentro la parete dell’utero e possono creare problemi se misurano più di 5 cm.

Fibromi sottomucosi: localizzati nella cavità endometriale o uterina. Tenendo in conto che sono in contatto con l’endometrio possono provocare delle alterazioni mestruali (ciclo abbondante o perdite di sangue fuori dal ciclo) che possono portare ad anemie. Questi fibromi possono impedire la gravidanza perché in alcuni casi creano difficoltà all’impianto dell’embrione e possono essere causa di aborti spontanei. Per questo motivo, e per i disturbi che provocano, si consiglia sempre rimuoverli appena diagnosticati, specialmente per le donne che vogliono rimanere incinta.

Quali sono i sintomi dei fibromi?

Spesso non ci sono dei sintomi, però i più frequenti sono i seguenti:

– Mestruazioni abbondanti, lunghe o dolorose;

– Perdite di sangue tra due cicli di mestruazioni;

– Dolore pelvico;

– Gonfiore addominale;

– Sensazione di pressione sulla vescica, uretra e retto;

– Dolore durante le relazioni sessuali.

Quando i fibromi causano sintomi importanti o le loro dimensioni sono grandi possono comportare della difficoltà per la fertilità o complicare la gravidanza e quindi sarebbe necessario rimuoverli.

Come influiscono i fibromi sulla fertilità?

Una delle possibili spiegazioni della relazione tra fibromi e fertilità è che possono opprimere le tube di Falloppio impedendo la fecondazione dell’ovulo e pertanto la fertilità. Inoltre, a volte, possono causare degli aborti ripetuti.

La diagnosi è abbastanza facile: un’ecografia fatta durante l’annuale visita ginecologica può rilevare la presenza e la dimensione dei fibromi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *